Chat DwChatta
Vai ai contenuti

Chat e stati d'animo

DwChatta

Sempre più nelle nostre chatline, si vedono due tipi di persone entrare ed uscire rapidamente dalle stanze; i positivi facilmente scoraggiabili e i negativi impossibile da accontentare.
Chi sono questi soggetti? Gente comune come me, te, o il vicino di casa che una volta chiusa la porta con il mondo reale, si tuffa in quello virtuale per "gettare" nel bene e nel male, infelicità o speranze disilluse nella quotidianità.

"Cerco ragazza seria"
"Cerco uomo serio"
"Voglio ragazza per amicizia, poi si vedrà..."
"Nelle chat non trovi mai ragazze serie"
"Sta chat fa schifo"


chat triste feliceQuesti sono solo pochi esempi di tante frasi ripetute dagli utenti nelle chat, cerco, voglio, fa schifo, sembrano scritte da persone molto diverse da loro...ma non è così.
L'illuso/a che pretende la serietà nell'altro, non da quasi mai modo di poter porre fiducia in lui/lei, chi insulta, denigra o disprezza le chat e chi le abita, in realtà vorrebbe sentirsi parte di un qualcosa che gli piace ma in cui non riesce ad integrarsi.

Sembra psicologia spiccia; ma l'ovvio e scontato oggi sono talmente ignorati da essere il problema maggiore nella comunicazione.
Aspettative tradite in primis da chi le ricerca, con un mondo che si adegua (tristemente) a chiedere in continuazione senza dare.
Come ripetuto fino alla nausea, la chat, un bar, un tavolo di un ristorante, una discoteca, sono location e niente più!
Alcune hanno un contatto diretto e vero, l'altra mette nel vero senso della parola un "vetro" tra noi e gli altri per facilitare proprio il primo approcio.
Ma è qui che viene il "danno", il vetro serve per lasciare libere frustrazioni ed infantilismi, e non viene percepito come un filtro, un modo per agevolare un contatto ed insegnarci a comunicare in "zona protetta".

Più che cercare colpevoli su un malcostume virtuale (quanto reale), diventa sempre più importante che chi offre un servizio diretto al prossimo, faccia comprendere quali siano le direzioni giuste da prendere.

Chat Stati D'Animo

Queste anime in pena che entrano ed escono come fulmini impazziti da una all'altra, che lanciano messaggi perentori senza lasciare il tempo di risposta o discussione, generano infelicità a se stessi e in chi con loro si rapporta.
Per protezione basta un niente per far troncare quello che neanche è nato, e sempre più è il silenzio e schermate bianche a dare volto alle chat, ma non sono nate per questo!
Non basterà un sorriso a smorzare tensioni e preconcetti, ma si può fare un lavoro "interno a noi stessi"; ovvero vedere in quella faccina sorridente altri come noi, sul nostro stesso piano, nel nostro stesso spazio e con le medesime possibilità di essere ferite o rasserenate...

Lasciamo gli estremi fuori dalla porta almeno qui, positivo/negativo devono essere sostituiti da un "neutro", perchè la chat è un luogo neutrale che ci da tempi per riflettere e spiegare; si fa male chi si illude o nella disillusione crea false realtà e stereotipi che poi contagiano anche la sua vita reale e relativi rapporti umani e sentimentali.

Calma e relax!
Ci stiamo cercando per comunicare, comunichiamo!
La chat non è fatta per conquistare donne o uomini impossibili, ne per creare avventure piccanti che non avvengono nella quotidianità (o almeno non nelle chat serie), ancora meno per gettare le proprie frustrazioni ed ansie sul prossimo.
Il fatto che non siano nate per quello, non esclude che si possa anche trovare quello... ma i sensi unici portano sempre a strade chiuse.

(David D.)
Fonti di questo articolo:



comments powered by Disqus
Torna ai contenuti