Chat DwChatta
Vai ai contenuti

Cinquanta Sfumature di Chat

DwChatta
Pubblicato da in Storie di Chat · 17 Febbraio 2015
Tags: cinquanta sfumature50 sfumaturechat

cinquanta sfumature di chat

50 sfumature di grigio, la disinformazione virale ed una chat: cosa e soprattutto dove si incastrano?
Il tam tam di deviate informazioni ripetute e forzatamente inserite in ogni contesto quotidiano, hanno oramai modificato talmente tanto il vivere, il ragionare e il porsi di tutti nella società, che i pochi "sopravvissuti" alla disintegrazione dei neuroni autonomamente pensanti, sono i veri alieni sulla terra!

Un libro Harmony che negli anni 80 sarebbe stato relegato alla lettura svogliata da spiaggia, diventa un libro cult.
Donne non represse da decenni, riscoprono una sessualità fantasiosa e contagiosa che le porterà ad amare il grigio per parecchio tempo. Il film (ovviamente ripreso dal romanzo harmony) verrà pompato talmente tanto da fare record al botteghino...perchè non è bello ciò che piace, ma quello che ci viene detto deve piacere.
Tra una sfumata di grigio che accende carboni ardenti, terroristi con sigle e tenute modaiole (abilissimi videomaker con effetti rallenty e montaggi spettacolari hanno invecchiato pure Spielberg) che servono ad alimentare paure, crisi economiche che permettono a chiunque di avere un mega smartphone, la vecchia e buona webchat si trasforma in ulteriori sfumature di paradossi!

50 Sfumature Di Chat

La gente è sola; più si sforzano su facebook e nei vari social a mettersi in mostra alla ricerca di un like "salva giornata", e si stampano sorrisi amarissimi al tanto "social aperitivo" nelle zone del facile consumo di tutto, più nelle chat emerge l'insoddisfazione, l'intolleranza, il mentire all'altro perchè realmente non si riconosce neanche più se stessi.
Cinquanta devono essere minimo le persone all'interno della chat (non importa cosa scrivono e se scrivono...), altrimenti è una chat "triste" dove il grigio è la noia e il servizio offerto roba da vecchi talebani!
Sesso, domande scontate, Soldi e banalità, sono in vero solo quattro sfumature di un dialogo copiato e riproposto giorno dopo giorno, chat dopo chat, aperitivo dopo aperitivo, ma uscire da uno schema vuol dire essere soli nella solitudine generale.

Ok ok...non è tutto così, realisticamente parlando un 10/15% di immunizzati al plagio mentale esiste e resiste, ma come fanno a riconoscersi ed incontrarsi?
Se in una chat proponi argomenti che escono "dal seminato tg5" hai vita breve, se tenti di porre senza polemiche interrogativi su religioni e governi, dopo poche righe un "da dove digitate ragazzi???" ucciderà l'unico momento di scambio culturale della giornata.
Parliamo di sentimenti?
Ok...apriremo la porta ad un mondo di uomini e donne che sanno amare ma che sono state tutte sistematicamente tradite dalla crudele vita, vittime di scelte sbagliate (mai per colpa loro) che senza impegno e senza acconto (se siete alla vista piacevoli o di denaro gradevoli) sono disposti a qualche conversazione privata che vada nella direzione delle altre 47 sfumature mancanti!

Divisi da una partita di calcio, ammorbati dalle situazioni senza fine delle iene, ipnotizzati da quelle 10 canzoni riproposte random da tutte le radio, illusi dai talent...ti chiedi se forse è chiedere troppo al prossimo parlare di stati d'animo, di paure e sogni, di investire un po' di se stessi in un progetto che non li metterà in cima alla vetrina, o farà incrementare i like sulle proprie foto, ma potrebbe dare un nuovo senso e colore a quelle dannate sfumature.

(David D.)
Fonti di questo articolo:



comments powered by Disqus
Torna ai contenuti